Dopo il successo dello scorso anno torna la Caupona Mutinensis, l'osteria dell'antica Roma che propone un menù storico rielaborato dalle ricette romane (aperta a pranzo nei weekend, e tutte le barbie escort wien sere della manifestazione).
Edu uses cookies to personalize content, tailor ads and improve the user experience.Tanti progetti possiamo realizzare, pensiamo e facciamo tante esperienze per arricchire le nostre conoscenze, i nostri bidelli da ben cento anni.E si preparano ad andare per il mondo.Puliscono sempre, riparano i danni, mettono cerotti, suonano il campanello, con un sorriso ci aspettano al cancello.Fino a sabato 8 si prosegue con lo spettacolo del Teatro Storico dAzione, La rivolta di Spartaco, il dramma eroicomico che celebra il grande nemico di Roma, lo schiavo che osò alzare la testa: e che a Mutina combattè una grande battaglia ( lunedì.Dieci giorni di appuntamenti gratuiti - presso il Parco Ferrari e il Novi Ark - dedicati a due focus: Il tempo degli eroi, tra aedi omerici, miti collettivi, duelli allombra delle mura di Troia e falangi oplitiche, e infine Mutina Deducta Est, la storia della.Vercingetorige o Furio Camillo?Venerdì 31, a partire dalle ore.30, appuntamento dunque con Iliade, Il Mito, mentre sabato 1, alla stessa ora, è la volta de Iliade, lira di Achille, mentre Domenica 2 alle ore.30 va in scena Iliade, la Battaglia del Muro.E la storia continua.La Strada dellEroe, ascoltare fiabe, miti e leggende e assistere a spettacoli di burattini (info e prenotazione presso lInfopoint).Permettetemi questa considerazione un po sentimentale: durante il canto dellinno eravamo veramente un unico coroma anche un unico cuore!Da non perdere poi il tradizionale Corteo Storico, i giochi gladiatori a cura di Ars Dimicandi e i due principali spettacoli di ricostruzione storica: Mutina Deducta Est: La Fondazione (sabato 8) e La Rivolta dei frauen suchen manner in niederosterreich Liguri (domenica 9).Lo spettacolo Ludus Mutinensis ( sabato 8, ore.00) illustrerà aspetti dei giochi pubblici ts huren hamburg legati alla città di Mutina, con riferimenti a Marziale, Glauco e alla coppa della Scartazza.Siamo tutti, non per caso, nella storia della scuola di Trobaso.Con la pazienza e la voglia di fare.Mutina Boica, è uniniziativa di Crono Organizzazione Eventi, realizzata con il contributo del Comune di Modena, della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con il Mibact.Dal 31 agosto al 2 settembre la rievocazione - ad accesso libero e gratuito presso larea del Parco Ferrari.In Caupona non mancherà anche lidromele, dal greco hydor (acqua) e méli (miele ovvero la più antica bevanda alcolica prodotta dalluomo, e tra le più utilizzate nel mondo antico, prima della diffusione del vino nellarea mediterranea: miele, acqua e spezie sono i suoi elementi costitutivi.Tante questanno anche le sorprese per i più piccoli, con un programma speciale di laboratori creativi, spettacoli di burattini e attività didattiche tutto per loro: dalladdestramento alla battaglia ai giochi sulla scrittura di celti e romani, dalle didattiche sulla lavorazione del vetro e la tessitura.Li abbiamo messi sullantica cattedra nello spazio dovera allestita laula di un tempo ed il profumo ci ha portato indietro nel tempo quando, a gara, gli alunni portavano fiori alle maestre.Tra le numerose novità di questa edizione ci sarà la possibilità di salire sul Carro da guerra per rivivere le gesta di Ettore, mentre i più piccoli potranno indossare i panni di un eroe dellantichità partecipando al gioco-laboratorio.
Mutina Boica, che si svolgerà da venerdì 31 agosto a domenica 9 settembre, con il contributo del, comune di Modena e in partenariato con i, musei Civici.
La rievocazione è realizzata grazie al sostegno di Gruppo Hera, Coop Alleanza.0, Villani Salumi, Sigem Grafiche, Assicoop, La Fenice Onoranze Funebri, Margen, Videorent srl, Penta Bevande, Panini Tessuti, Consorzio del Lambrusco e al coinvolgimento di oltre 30 associazioni di rievocazione italiane ed estere, composte.



Mi aggiungo al coro di entusiasmo: anche se sono in questa scuola da poco, grazie alle mille iniziative in cui sono stata coinvolta, mi sento parte della storia anchio  È stato faticoso, ma molto emozionante e ora mi sembra quasi che manchi qualcosa.
Propongo ora di tenere la mostra esposta per i prossimi 100 anni!


[L_RANDNUM-10-999]